Contribuisci ai nostri articoli

domenica 9 maggio 2010

Schema di elementare digestore per biogas ARTI



Vi Illustriamo di seguito un interessante serbatoio per produzione di Biogas messo a punto dal Dott. Anand Karve (Presidente ARTI) ha sviluppato un sistema compatto di biogas che utilizza come materia prima o di amido zuccherino (farina di grano rifiuti, grano avariato, sfalci o frutta deforme non commercializzabile, i semi non commestibili, frutta e rizomi, foglie verdi, avanzi di cibo, ecc.) A soli 2 kg di materie prime quali produce circa 500 g di metano, e la reazione si completa con 24 ore. I sistemi convenzionali di produzione di biogas, con sterco di bestiame bovino, fognature, ecc usare circa 40 kg di materie prime per produrre la stessa quantità di metano, e richiedono circa 40 giorni per completare la reazione. Così, dal punto di vista della conversione in metano delle materie prime, il sistema sviluppato dal Dr. Anand Karve è 20 volte più efficiente il sistema convenzionale, e dal punto di vista del tempo di reazione, che è 40 volte più efficiente. Pertanto, nel complesso, il nuovo sistema è 800 volte più efficiente il sistema convenzionale di produzione di biogas.
E' stato messo in vendita in India ad un prezzo di 200 dollari ed è un ottimo esempio di microimpianto per la produzione di biogas.
Dalle immagini lo schema di funzionamento

4 commenti:

fabrizio ha detto...

Potrei avere delucidazioni in merito ai materiali da utilizzare e magari al procedimento di allaccio a una cucina ???
Grazie

fabrizio ha detto...

Salve, potrei avere delle delucidazioni (o eventualmente dei link) in merito al procedimento e ai componenti che occorrono per la realizzazione dell'impianto??
Grazie

Latincultur ha detto...

Il biogas viene immesso nell'apparecchio utilizzatore a 1 bar.
Il potere calorifico è metà del metano, gli allacci sono semplici tubi in gomma.
Lo schema illustra un digestore di biogas fatto con 2 semplici contenitori in plastica, il superiore si alza per effetto della pressione del biogas prodotto.

Sante Sanfilippo - Messina ha detto...

Credo che non sia difficile costruirlo con un po' di approfondimento e manualità ma mi domando se è possibile acquistarlo in Italia (o anche dall'estero) e se sì quali sono i contatti per farlo?
Grazie

Google